Collegamenti sponsorizzati

algoritmi google

The Google dance: algoritmi e guerra allo spam

The Google dance: algoritmi e guerra allo spam
Collegamenti sponsorizzati
La qualità dei risultati di ricerca: un'ossessione per la quale Google apporta circa 400 piccoli aggiornamenti all'anno ai propri algoritmi (cioè una media di un aggiornamento al giorno), e meno di frequente aggiornamenti di maggiore impatto. Vediamo, in un'infografica, la storia, l'evoluzione e il significato di queste modifiche al meccanismo di selezione dei risultati che gli specialisti del settore chiamano "the Google dance".
La storia degli algoritmi di Google
In questa infografica realizzata dalla società Seo.com, chiamata "Google wages war on spam", scopriamo i più famosi cambiamenti degli algoritmi di Google nel tempo : da "Boston" del 2003, a "Panda" nel 2011, passando per "Allegra" nel 2005. Tali aggiornamenti, di notevole impatto rispetto alla miriade di piccole modifiche rilasciate ogni giorno, sono meno frequenti nel tempo ma hanno l'obiettivo di risolvere problemi specifici connessi al meccanismo di selezione e visibilità su internet dei risultati di ricerca. L'obiettivo ufficiale e dichiarato di Google, è sempre stato, infatti, quello di offrire agli utenti del web pagine di qualità, epurando le proprie ricerche da siti cosiddetti di "spam" e comunque da pagine di scarsa autorevolezza o utilità per i lettori. Gli addetti al settore, come i webmaster o gli specialisti seo (cioè gli esperti nel "posizionare" una pagina web su Google in modo che questa possa collocarsi in cima ai risultati di ricerca ed essere quindi più visibile agli utenti), sono soliti chiamare l'insieme di queste modifiche "The Google Dance", proprio a voler sottolineare l'enorme variabilità che caratterizza i meccanismi che regolano la visualizzazione dei risultati di ricerca all'interno del motore. Agli aggiornamenti di ordine maggiore inoltre -  quelli che notoriamente hanno un grande impatto sulla selezione dei risultati - hanno iniziato a dare, a partire dal 2003 un nome proprio, come mostra appunto, l'infografica che segue.

Panda, l'ultimo aggiornamento di Google rilasciato in più fasi nel corso del 2011, ha avuto l'obiettivo di penalizzare le cosiddette "fabbriche di contenuto", cioè siti web il cui obiettivo fosse la produzione "industriale" di pagine finalizzate a produrre il maggior numero possibile di posizionamenti piuttosto che, a fornire realmente informazioni di valore aggiunto agli utenti. Anche i siti contenenti informazioni di scarse qualità e quantità hanno subito penalizzazioni secondo quanto dichiarato da Google,  mentre sono stati al contrario favoriti siti contenenti pagine originali e soprattutto non "ridondanti", cioè non contenenti pagine considerabili come duplicati al loro interno o pagine la cui versione originale provenisse in realtà da siti differenti e presenti sul web da più tempo. Gli effetti di Panda sono stati  deleteri per varie categorie di siti web, come ad esempio, molti portali di informazione, oppure ancora i comparatori di prezzo: non è un caso che all'inizio di novembre, Twenga, sia sia rivolto alla Corte Europea accusando Google di averlo penalizzato, tramite appunto l'aggiornamento Panda, a favore dell'analogo servizio Google Shopping.  
algoritmi google
Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
Condividi OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:
Collegamenti sponsorizzati

Argomenti Correlati

Corsi adwords

Come utilizzare le campagne adwords per trarne profitto? Come impostare e ...

Corso analytics

L'analisi di un sito è essenziale per sapere su quali punti è necessario ...

Corso internet

Internet non è soltanto un validissimo strumento di ricerca di informazioni, ...

Corso seo

Con Seo (Search Engine Optimization) si intendono tutte le attività svolte per ...

Corso webmaster

Il webmaster è colui che progetta e realizza un sito internet. Se volete ...


Collegamenti sponsorizzati




Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta
Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet