Collegamenti sponsorizzati

Social recruiting italia

Il Social recruiting in Italia:un'indagine di Adecco

Il Social recruiting in Italia:un'indagine di Adecco
Collegamenti sponsorizzati

Qual'è lo stato dell'arte del social recruiting in Italia? Come e quanto aziende e candidati utilizzano gli strumenti sociali per cercare lavoro o intercettare potenziali candidati di valore? Proponiamo un'indagine condotta da Adecco, riassunta nell'infografica " Digital Reputation & Social Recruiting", e realizzata in collaborazione con la società Reputation Manager. 
Digital Reputation & Social Recruiting: un'indagine di Adecco 
Gli italiani, si sa, sono un popolo di forti utenti dei social network. Ma quanto e come utilizzano Facebook, Twitter o Linkedin per questioni legate alla ricerca di un impiego? Adecco ha condotto, in collaborazione con la società di digital reputation Reputation Manager, un'indagine sull'argomento, riassunta in un'infografica che riportiamo di seguito. La ricerca è stata condotta esclusivamente online, fra i mesi di novembre 2011 e gennaio 2012 ed ha interessato 9100 candidati e 503 aziende. Ben il 51% delle aziende consultate ha dichiarato di utilizzare i social network come strumenti d'ausilio al processo di recruiting dei candidati; fra questi ultimi, coloro i quali utilizzano i social network per cercare lavoro o inviare una candidatura sono il 47% del totale degli intervistati. Un dato molto interessante che emerge dall'indagine è lo squilibrio fra piattaforme utilizzate: in particolare le aziende sono più propense ad utilizzare Linkedin per la ricerca di potenziali candidati (lo fa il 55%), mentre oltre la metà del bacino dei candidati predilige Facebook e, in una percentuale del 20%, i blog.  

Il 34% degli intervistati, fra coloro i quali ricercano un impiego, ha dichiarato di aver concluso una selezione grazie ad almeno uno strumento sociale; dall'altro lato, il 27% delle aziende ha affermato di aver escluso un candidato a seguito di contenuti postati su profili sociali personali. In particolare, emerge come gli elementi maggiormente presi in considerazione da un'azienda per fare una prima valutazione di un potenziale lavoratore siano: cura e professionalità del profilo social; referenze e commenti da parte di terzi; contenuti ed interventi personali moderati e validi; buone doti comunicative; hobby ed interessi personali; premi e riconoscimenti di carattere professionale. La percentuale di candidati che dichiara di aver effettivamente trovato un lavoro grazie ai social network rimane comunque bassa: solo il 5% del totale degli intervistati; lato aziende, queste dichiarano di aver trovato candidati idonei secondo una percentuale variabile dal 10 al 20% (rispettivamente utilizzando i social network in versione free oppure tramite strumenti a pagamento). 

Adecco Social Recruiting Italia
Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
Condividi OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:
Collegamenti sponsorizzati

Argomenti Correlati

Facebook notizie

Per rimanere aggiornati su tutte le novità del mondo dei social media, è ...


Collegamenti sponsorizzati




Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta
Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet